domenica 15 aprile 2007

Lapo, Luciano, il Carabiniere e gli occhiali












Il suo carattere irriverente si è rivelato spesso in diverse dichiarazioni, per mezzo delle quali ha spesso criticato la triade juventina Moggi-Giraudo-Bettega ("sarebbero necessari un po' più di smiles", ma incorrendo anche in alcuni strafalcioni ("Moggi e Giraudo? Sono come Caino e Babele" o "Anche l'ottico vuole la sua parte".
L'11 ottobre 2005 è stato ricoverato nel reparto di rianimazione dell'ospedale Mauriziano di Torino, in seguito ad una overdose da mix di oppio, eroina e cocaina da lui acquistata in grossa quantità, che lo ha colto dopo una notte brava passata con quattro transessuali. Una di loro, Donato Broco (conosciuto nel mondo della prostituzione come "Patrizia", detto "Il carabiniere"), ha dichiarato al Corriere della Sera che quella sera, Lapo aveva cercato compagnia a casa sua, come era ormai abitudine consolidata. Dimesso dall'ospedale, si è trasferito negli Stati Uniti dove ha iniziato una terapia in Arizona e un periodo di convalescenza nella residenza di famiglia a Miami (Florida).

Questo era soltanto per rinfrescare la memoria a tutti coloro i quali decideranno di comprare i nuovi occhiali in carbonio di Lapo. Che più recentemente ha avuto un interessante dialogo liberatorio con il NYT:

«Perché c’era già un fotografo ad aspettare quando sono arrivato con l’ambulanza in ospedale?». Lanciando questa domanda Lapo Elkann suggerisce alle colonne del «New York Times» quella che il giornale americano definisce una «teoria straordinaria» ovvero il fatto che la vicenda-scandalo della quale fu al centro 18 mesi fa potrebbe essere stata orchestrata dall’ex direttore generale della Juventus, Luciano Moggi.
Lapo Elkann racconta a Peter Kiefer, inviato del «New York Times», che due settimane prima di essere ritrovato vittima di un’overdose nella casa torinese del transessuale Patrizia aveva avuto uno scontro verbale proprio con Moggi, nei confronti del quale era stato fra i primi a sollevare dei dubbi.




Nell’intervista, Elkann si racconta parlando della sua passione per il design, della scelta di puntare sulla nuova impresa di Italia-Independent «per trasformare la complessità in facilità»








I nuovi occhiali di Lapo costeranno 1000 euro, trasformare la complessità in facilità, non fa una piega.

3 commenti:

Gianni ha detto...

Secondo me Lapo è uno giusto

Jacopo Signani ha detto...

Ah si? sarei curioso di sapere per quale motivo, o per quali particolari qualità..

andre ha detto...

ahahahahhaha grande gian grande ja....
per me è un pervertito che crede di essere gallo come il nonno ma come dicono a lerse....ne ghe nè ne ghe nè!!!!!!